107
        

La moda e la rivoluzione industriale nell'ottocento.

In seguito si impose la moda tipicamente romantica: la vita si abbassò e tornò al punto naturale per poi scendere leggermente al di sotto di esso; i busti diventarono aderenti e con stecche, le gonne, grazie alla crinolina, si gonfiarono. 

Le nuove crinoline sostituirono i settecenteschi paniers. La crinolina inizialmente fu realizzata in crine, da qui il suo nome, successivamente si irrobustì di cerchi metallici.

Negli anni 1850 con la cage crinoline, la circonferenza della gonna fu portata ad alcuni metri, fino a raggiungere le sue massime dimensioni tra il 1855 - 1860; nel momento del suol massimo splendore, arrivò a misurare anche sette metri di circonferenza.

Con Worth, il sarto dell'Imperatrice Eugenia, moglie di Napoleone III , nel 1865, si assistette al lancio di un nuovo tipo struttura rigida, che aveva l'effetto di appiattire anteriormente la gonna e allungarla sul retro; questa nuova struttura fu chiamata demi crinoline.

La gonna fu arricchita da decorazioni e intarsi di tessuto, che creavano un effetto fasciante e movimentato; questo tipo di moda caratterizzò la seconda metà degli anni 1870.

Sul finire degli anni 1880 l'evoluzione della crinolina ebbe termine.

La donna si liberò di questa struttura e la sua figura divenne più naturale, con la gonna di forma scampanata, più funzionale e moderna, che già lasciava presagire le forme più moderne della Bèlle Epoque.

Copyright  L'Imperiale - A.D. 2018